Animali di casa e freddo: come proteggerli e semplificarvi la vita

Con l’arrivo dell’inverno non sono solo gli umani a dover far attenzione al freddo: anche gli animali di casa hanno bisogno di cure speciali per non soffrire il freddo ed evitare malanni di stagione.

Animali di casa e freddo: come proteggerli e semplificarvi la vita
Tiscali Shopping
Ad ogni acquisto effettuato Tiscali Shopping potrebbe ricevere una commissione

L’inverno sta arrivando, anche per i nostri amici a quattro zampe. Chi ha animali domestici (cani e gatti soprattutto, ma anche roditori e volatili) non deve prendere sotto gamba questo particolare momento dell’anno. Si è indotti a pensare che essendo ricoperti di pelo (corto o lungo che sia) i nostri amici animali non soffrano particolarmente il freddo. Non è così, anzi. Anche le razze originarie di zone molto fredde del pianeta, che normalmente vivono tra ghiacci e neve, possono essere sensibili alle basse temperature.

Non dimentichiamoci infatti che c’è freddo e freddo: i nostri amici possono essere originari di regioni con bassissime temperature, ma per esempio con meno umidità e meno piogge rispetto al clima italiano e mediterraneo. Bisogna poi considerare che, per quanto originari di climi inclementi, i nostri animali di casa sono abituati a temperature miti e alla comodità di una vita spesa in casa o in giardino: questo significa che non sono abituati ad affrontare certe temperature, sia a livello immunitario sia a livello psicologico.

Niente paura. Per affrontare al meglio l’inverno è sufficiente prendere un paio di accorgimenti che richiedono pochissimo tempo e denaro.

La prima cosa da fare è fare qualche ricerca sulle specificità della razza del nostro gatto o cane: se ci sono specie molto affini ai climi freddi, ce ne sono altre provenienti da regioni caldissime, che d’inverno vanno tutelate con particolare attenzione. Una volta comprese le specificità del nostro pet e il livello di guardia richiesto per affrontare i giorni più freddi dell’anno, ecco alcuni semplicissimi accorgimenti per aiutare i nostri animali a superare la stagione fredda in maniera ottimale.

Alimentazione adeguata

Come accade agli umani, anche i cani e gatti di casa consumano più energia durante l’inverno. Con l’abbassarsi delle temperature infatti sono necessarie più calorie per mantenere la temperatura corporea a livello ottimale.

Questo significa che probabilmente il nostro cane e il nostro gatto avranno leggermente più appetito del solito e, anche se sono sottoposti a un regime nutrizionale attento perché sono sterilizzati o magari sovrappeso, può essere necessario aumentare un po’ le dosi quotidiane di cibo. Questa necessità va assolutamente presa in considerazione se il cane di casa passa tutta la giornata in giardino o il nostro gatto è un esploratore inarrestabile e non rinuncia mai al suo giro tra i giardini e le strade del quartiere. In questo caso consumeranno molte più calorie del solito.

Nel caso il nostro Fido o il Miao di casa siano particolarmente “rumorosi” riguardo al loro appetito, miagolando o facendo gli occhi dolci, qualche croccantino in più si può dare senza troppi pensieri, ma anche senza esagerare. La soluzione può essere l’acquisto di una busta di mangime altamente nutriente, da mescolare in piccole porzioni alle crocchette che siamo soliti dare al nostro pet.

 

L’elemento davvero cruciale però è l’acqua, soprattutto per quanto riguarda i gatti. Bisogna cambiarla ancora più spesso del solito, dato che con il vento e la pioggia potrebbe sporcarsi più in fretta del previsto. Se le ciotole si trovano all’aperto, è bene assicurarsi che l’acqua non ghiacci, lasciando il nostro povero animale senza possibilità di dissetarsi. Provate questo accorgimento: sostituite la solita ciotola di metallo con una di plastica. Questo materiale infatti conduce meno efficientemente il freddo e quindi rallenta almeno un po’ il processo di trasformazione dell’acqua in ghiaccio.

Per quanta riguarda i gatti, ricordate che tendono ad assumere i liquidi necessari alla loro sopravvivenza più dal cibo che bevendo dalla ciotola. Essendo molto sensibili a temperature e odori, in inverno potrebbero essere più restii a bere dalla solita ciotola, specie se l’acqua diventa molto fredda. Assicuratevi che la ciotola sia abbastanza profonda e larga da farli bene senza che sfreghino troppo le vibrisse, ovvero i loro baffi, sui bordi: è un punto particolarmente sensibile del muso. Un altro ottimo accorgimento è aumentare la frequenza con cui mangiano cibo umido: da questa tipologia di pasti infatti possono ricavare la maggior parte dei liquidi necessari alla loro sopravvivenza.

 

Un angolo al caldo

Che vivano in giardino o dentro casa, è assolutamente necessario che sia i cani sia i gatti abbiano un angolo caldo dove riposare durante la giornata e in particolare di notte, quando la temperatura scende drasticamente. Se la temperatura in cuccia diventa proibitiva, valutate se far entrare il cane in casa o quantomeno in garage, ovvero uno spazio chiuso e riparato con temperature un po’ più clementi.

Una coperta è un ottimo inizio, ma, specie se i cani rimangono all’esterno, nella cuccia va posizionato. anche uno strato imbottito, una sorta di vero e proprio materassino. Questo infatti separa il cane dal terreno e gli permette di non disperdere troppo calore dalla parte inferiore della pancia e delle zampe che poggia sul terreno. La grandezza del materassino e della copertina vanno ovviamente decise in relazione alla taglia del cane. Sarebbe inoltre consigliabile averne almeno uno di riserva. In caso di pioggia ininterrotta per più giorni, è probabile che il materassino si gonfi di umidità o, se lavato, non si asciughi in tempo per essere riposizionato all’interno della cuccia. Così come è utilissimo per mantenere al caldo Fido, se umido o bagnato il tappetino imbottito può far soffrire ancora di più il nostro amico a quattro zampe! Per animali molto freddolosi, malati o molto anziani, esistono anche versioni autoriscaldanti!

 

Ben coperti anche a passeggio

Alcuni animali sono molto avvezzi alla vita all’aria aperta e alle intemperie. Pioggia, fango e acqua sono parte del divertimento delle passeggiate invernali. Alcune razze e taglie di cani però temono particolarmente il freddo e l’umidità. Meglio dunque informarsi per tempo e attrezzarsi con cappottini impermeabili che permettano anche loro di uscire per la passeggiata quotidiana e per sgranchirsi le zampe, senza però rischiare di prendersi un malanno. Un’attenzione particolare va ovviamente riservata ai cuccioli, molto più soggetti a malanni di stagione causati dal freddo.