Quando ti serve una levigatrice e quale comprare

Non è uno strumento di base per chi si è da poco avvicinato al mondo del bricolage, ma spesso diventa una necessità quando si acquisisce una certa dimestichezza. Ecco quali informazioni è meglio avere nel caso si sia alla ricerca di una levigatrice.

Quando ti serve una levigatrice e quale comprare
Tiscali Shopping

Non è uno dei primi strumenti necessari a quanti si siano da poco appassionati al bricolage o alla falegnameria. Il prezzo, le dimensioni, la rumorosità e la stazza di una levigatrice a uso domestico possono intimorire più di una banale cassetta degli attrezzi o un asse da lavoro.

Se però per i tuoi lavori di costruzione o riparazione ti ritrovi ad aver bisogno di rendere più liscia una superficie estesa o molto complessa, passare e ripassare a mano la carta abrasiva non è più un’opzione. È arrivato il momento di acquistare un macchinario dedicato.

Per tua fortuna al giorno d’oggi i prezzi di questa tipologia di strumenti - anche di livello professionale - si sono molto abbassati. Bisogna fare però attenzione ad almeno un paio di specifiche, per fare un acquisto utile e oculato.

Per prima cosa, controlla sulle istruzioni per quale tipologia di materiale sia indicata la levigatrice che intendi acquistare. Meglio infatti puntare sui modelli che permettono un’ampia varietà di lavorazioni.

Per la salute delle tue braccia e della schiena, prediligi un modello con il numero più basso possibile di vibrazioni emesse, possibilmente anche poco rumoroso. Le tue braccia si affaticheranno molto meno e riuscirai a lavorare più a lungo.

Molti modelli sono provvisti di un collegamento diretto all’aspirazione, di solito tramite bocchettone: è fondamentale per non respirare le polveri residue che si alzano nell’aria durante la levigatura. Alcuni modelli hanno anche velocità di aspirazioni variabili, in base al lavoro che si sta facendo: in fase di sgrossatura l’aspirazione dovrà essere molto più potente che durante le rifiniture.

Va da sé che la sicurezza è una priorità assoluta: i modelli migliori hanno design economici per comodità d’utilizzo dell’utente e interruttori e motori sigillati da ogni possibile agente esterno (polvere in primis).

Un altro consiglio utile in più: evita i modelli in cui la sostituzione della carta abrasiva non sia semplice e intuitiva: risparmierai molto tempo una volta in garage o nella tua officina.