Speciale lettori Blu-ray – Fai entrare il cinema in casa

Un lettore Blu-ray migliora la qualità dei DVD e consente di vivere il cinema con una superiore qualità audio/video difficilmente raggiungibile dallo streaming

Speciale lettori Blu-ray – Fai entrare il cinema in casa
Foto Shutterstock
Tiscali Shopping
Ad ogni acquisto effettuato Tiscali Shopping potrebbe ricevere una commissione

Continua a crescere lo streaming e il Video-On-Demand (VOD), dove è sufficiente avere un televisore smart e una rete internet per avere a disposizione centinaia di titoli tra film, telefilm ma anche concerti. Ma allora perché scegliere un lettore Blu-ray, oggi? Le ragioni sono fondamentalmente due: la qualità audio/video, specie per chi non dispone della fibra ottica o di un sistema che non faccia da “imbuto digitale” come nel caso dell'ADSL lo streaming resta limitato, la seconda è legata al rischio insito nell'offerta da parte delle piattaforme, con titoli disponibili per una finestra di tempo.

Più ancora che attraverso un lettore DVD, con uno Blu-ray e uno schermo almeno Full HD (a risoluzione 1920 x 1080) è possibile recuperare migliaia di titoli in circolazione da tempo da vedere quando si vuole. Spesso si tratta di una qualità tecnica elevata, senza dimenticare che il mercato del “fisico” offre film anche inediti e difficilmente rintracciabili altrove. Inoltre più indietro si va nel tempo e più i titoli online scarseggiano.

Specie se la passione per il cinema non conosce confini, un lettore Blu-ray resta ancora oggi la soluzione ottimale per vivere il cinema alla grande. Avendo minimo agio e spazio anche in un appartamento si può pensare di costruire attorno a un player Blu-ray un impianto audio a partire da soundbar + subwoofer, fino a un vero e proprio sistema tra amplificatore e diffusori. Per quest'ultimo si parte da due casse anteriori più subwoofer, fino a sistemi multicanale che avvicinino al gusto del suono di una vera sala.

Con l'avvento dei televisori e dei lettori Bluray 4K/UHD la qualità è ulteriormente salita, per cui volendo guardare al mercato del fisico il consiglio è quello di puntare in questa direzione per sfruttare al meglio quanto la tecnologia offre in tale ambito. In questo modo si può celebrare il cinema, avere a disposizione il titolo preferito da rivedere ogni volta che si vuole senza l'assillo che sia uscito dal catalogo dell'offerta dell'operatore streaming a cui si è abbonati. A ciò si aggiunge la considerazione che per una più ampia libreria di produzioni occorre per forza iscriversi a più di una piattaforma, accumulando costi mensili in abbonamenti che alla lunga incidono sul budget. In alcuni casi è possibile acquistare il film "liquido" per averlo sempre a disposizione, ma non riceverete mai un disco fisico: si tratterà solo di un file che priva di qualcosa di concreto.

Con un lettore Blu-ray i dischi DVD si vedono meglio, beneficiano di una migliore elaborazione video, così come i dischi Blu-ray normali (risoluzione Full HD/2K) guadagnano ulteriore terreno attraverso un lettore Blu-ray 4K/UHD. A questa “ricetta” è sufficiente aggiungere un adeguato cavo HDMI (prendetelo già oggi compatibile 8K e non sbaglierete sulla resa tecnica) e ovviamente un televisore di pari livello. Con il 4K per ottenere il massimo sarebbe meglio uno schermo di ultima generazione, meglio se OLED oppure Micro LED/Mini LED/QLED, gestione 10 bit di spazio colore (minimo 8+FRC), compatibile con la presenza dell'HDR: quindi HLG, HDR-10, HDR-10+ e Dolby Vision per gestire al massimo tutti i dischi UHD/4K in circolazione.

A dispetto della minore qualità il mercato italiano (in misura non dissimile anche altre nazioni non solo europee) è ancora fortemente trainato dalla domanda di dischi DVD, con inferiore quota per Blu-ray e Blu-ray 4K. Acquistando un player UHD occorre osservare la suddetta compatibilità HDR: l'offerta sale di pari passo con il prezzo, ma per iniziare a gustarsi un film in alta qualità si può iniziare anche solo con l'HDR-10.

Preferibile che il lettore Blu-ray (sia 2K che 4K) offra un doppio terminale HDMI: in presenza di un sintoamplificatore datato (per esempio compatibile con HDMI massimo versione 1.4) ma ancora funzionante si eviterebbe di perdere in qualità video. In pratica si collegherebbe il lettore direttamente al televisore (o videoproiettore), sfruttando la seconda HDMI per andare del lettore all'ampli per l'ascolto multicanale.

A livelli tecnici assoluti fa la differenza un comparto audio con convertitore da digitale ad analogico (DAC) dedicato e di qualità superiore, qualche proposta prevede già le uscite audio multicanale analogiche. Anche la sezione video può essere molto ricca, lasciando la decisione di intervenire su diversi parametri (come per esempio spazio e campionamento colore, target luminanza, decidere se effettuare l'elaborazione Dolby Vision tramite lettore oppure sul televisore), dove occorre una certa conoscenza tecnica per non peggiorare il quadro visivo. Nel dubbio l'impostazione “Auto” solleva da eventuali rischi.

Ricordiamo che alcuni lettori Blu-ray sono capaci di leggere dischi con “codice regionale” di altri Paesi (in Italia “B” per i dischi Blu-ray e “2” per i DVD), ma ci sono anche siti in giro per la rete che offrono modifiche a costo maggiorato. Sia lettori DVD che Blu-ray leggono sempre i CD audio (qualcuno anche i CD-Text) così come i file audio (anche MP3), raramente i CD ad alta risoluzione (più facile il 2 canali che multicanale), ovvero gli SACD (Super Audio CD). Per questi ultimi il consiglio è cercare tra le specifiche delle offerte Sony, tra i principali artefici e produttori dell'SACD.

I player Blu-ray più recenti sfruttano anche la connessione Wi-Fi per gli aggiornamenti e in alcuni casi offrono anche applicazioni smart come i televisori. Presente almeno un ingresso USB (di solito 2.0) per collegare hard disk e chiavette che contengano file video e audio, per la cui compatibilità vi rimandiamo direttamente alla lettura delle specifiche tramite i siti ufficiali delle aziende. Infine non confondetevi sulla compatibilità: un lettore Blu-ray 4K legge anche Blu-ray 2K/Full HD così come i DVD, un lettore Blu-ray 2K/Full HD legge anche i DVD, un lettore DVD non riconosce i dischi Blu-ray. L'assenza del logo “3D” indica l'incompatibilità con tale formato.

Vediamo insieme qualche interessante player Blu-ray sia per l'aspetto tecnico che economico.

Sony Ubp-x800 4K 

17% di sconto su un lettore di alta qualità sia per materiali che meccanica interna. Uscita audio digitale (coassiale di tipo RCA), rete RJ-45, USB frontale 2.0, 2x uscita HDMI 2.0. Spegnimento automatico, sistema BRAVIA Sync in presenza di un tv Sony, gestione colore “Deep Color” (12 bit), 24p True Cinema, supporto Miracast (standard per connessioni wireless senza fili), compatibilità HDR-10, conversione segnali da SDR ad HDR, streaming 3D/4K/Live e Netflix, Wi-Fi bibanda (MIMO). Audio DTS, Dolby Digital, DTS-HD Master Audio, Dolby TrueHD, Dolby ATMOS, DTS:X. Dimensioni (L x P x A) 43 x 26,5 x 5 cm e peso 3,8 Kg.

Panasonic DP-UB450EG-K 4K

Uscita audio digitale (coassiale di tipo RCA), rete RJ-45, USB frontale, 2x uscita HDMI 2.0. Compatibilità HDR: HLG, HDR-10, HDR-10+ e Dolby Vision, gestione profondità colore (Deep Colour / x.v. Colour), Wi-Fi bibanda, USB 2.0. Audio DTS-HD HR, DTS-HD Master Audio, DTS:X, Dolby Atmos, Dolby Digital, Dolby Digital Plus, Dolby TrueHD. Dimensioni (L x P x A) 32 x 19,3 x 4,6 cm e peso 1,2 Kg.

LG UBK90 4K 

Uscita audio digitale (coassiale di tipo RCA), rete RJ-45, USB frontale, 2x uscita HDMI 2.0. Compatibilità HDR-10 e Dolby Vision, conversione segnali da SDR ad HDR, gestione spazio colore (xvYCC), compatibile 3D. Wi-Fi, USB 2.0. Audio DTS-HD HR, DTS-HD Master Audio, DTS:X, Dolby Atmos, Dolby Digital, Dolby Digital Plus, Dolby TrueHD. Smart TV, streaming Netflix e YouTube. Dimensioni (L x P x A) 430 x 45.5 x 205 mm.

Philips BDP2190/12 2K 

Uscita audio digitale (coassiale di tipo RCA), rete RJ-45, USB frontale, uscita HDMI. Compatibile 3D. Audio Dolby Digital, Dolby Digital Plus, Dolby TrueHD. DTS 2.0. Miglioramento colori e risoluzione (Deep Color, scansione progressiva, upscaling video, x.v.Color). Dimensioni (L x P x A) 430 x 45.5 x 205 mm.

Panasonic DMPBDT180EG 2K 

Rete RJ-45, uscita HDMI 1x, compatibile 3D, USB 2.0 anteriore. Esegue l'upscaling da Blu-ray 2K a immagine 4K (ma non è compatibile con dischi 4K). Audio Dolby Digital, Dolby Digital Plus, Dolby TrueHD, DTS HD Master Audio. Miglioramento colori e risoluzione (Deep Color, scansione progressiva, upscaling video, x.v.Color). Gestione app Netflix, YouTube, Chili, Digital Concert Hall. Dimensioni (L x A x P) 312 x 43 x 180 mm, peso 1 Kg.

Sony BDP-S1700 2K 

Uscita audio digitale (coassiale di tipo RCA), rete RJ-45, uscita HDMI 1x, USB 2.0 anteriore. Gestione audio Dolby Digital, Dolby Digital Plus, Dolby TrueHD, DTS HD Master Audio. Miglioramento colori e risoluzione (Deep Color, scansione progressiva, upscaling video). Dimensioni (L x A x P) 23 x 38 x 194 mm, peso 0,8 Kg.