Andare a correre all’aria aperta, senza inghippi

Con l’arrivo della bella stagione sogni di rimetterti in forma andando a correre tutte le mattine? Attenzione a non perdere l’entusiasmo di fronte a piccoli problemi logistici.

Andare a correre all’aria aperta, senza inghippi
EVG Kowalievska per Pexels
Tiscali Shopping
Ad ogni acquisto effettuato Tiscali Shopping potrebbe ricevere una commissione

Sulla carta sembra solo una questione di forza di volontà: alzarsi presto, mettere la tuta, chiudere la porta di casa e cominciare a correre, macinando chilometri nel circondario. Con un po’ di costanza, la linea, il tono muscolare e l’umore ringrazieranno.

Nella pratica chiunque abbia mai provato a seguire questo regime di allenamento a costo zero si è imbattuto in tanti piccoli contrattempi che demotivano l’aspirante runner quasi più della sveglia anticipata. Dove mettere le chiavi e il cellulare? Come vestirsi per uscire la mattina a correre?

Ecco qualche consiglio per essere più organizzato e concentrarti al meglio sulla corsa:

  • Compra tute economiche da utilizzare per tutta la settimana: correndo si suda molto e reindossare per molti giorni gli stessi indumenti non è il massimo per la motivazione mattutina. Non andare troppo per il sottile: compra una tuta economica di buona fattura e un paio di ricambi, così non correrai più di due giorni di fila con lo stesso cambio. A fine settimana butti tutto in lavatrice e non ci pensi più.
  • Munisciti di una fascia porta oggetti: impossibile farne a meno, anche quando si corre. Lo smartphone garantisce reperibilità, riproduce musica, raccoglie dati sul percorso e l’allenamento svolto con app dedicate. Tenerlo in tasca però è scomodo e pericoloso: durante la corsa potrebbe scivolare fuori e cadere! Procurati una fascia dedicata adatta al tuo modello di smartphone. In alcune tipologie c’è anche un taschino extra in cui riporre anche le chiavi di casa, per correre senza impedimenti.